Corso Triennale di Counseling

 A CHI SI RIVOLGE
:
Ai professionisti della salute che operano in ambito sanitario (medici; infermieri; fisioterapisti; assistenti sanitari, …); 

a tutte le figure professionali impegnate in campo sociale ed educativo (operatori sociali; educatori; assistenti di comunità; assistenti sociali; insegnanti; orientatori; mediatori familiari e culturali, … ); 

ai professionisti che si avvalgono della comunicazione come strumento di lavoro e di benessere organizzativo (quadri e manager con ruoli di responsabilità operanti in imprese, cooperative e pubblica amministrazione; liberi professionisti; consulenti; formatori; orientatori, …); a tutti coloro che desiderano migliorare la comunicazione interpersonale nella vita lavorativa e di relazione.

OBIETTIVI DEL CORSO
:
– Imparare ad affrontare con fiducia e positività i cambiamenti.
– Migliorare la consapevolezza di sé e del proprio stile comunicativo nei diversi contesti della vita quotidiana.
– Rafforzare la progettualità, la volontà e l’assunzione di responsabilità nei confronti dei propri obiettivi di vita.
– Apprendere nuove modalità di gestione dello stress e dei conflitti.
– Sviluppare l’assertività e la capacità di affermare valori e bisogni in modo costruttivo, promuovendo la cooperazione e la mediazione con gli altri.
– Far sperimentare la forza del Gruppo, inteso come contenitore emotivo e luogo di condivisione, al fine di maturare un positivo senso di appartenenza.

STRUTTURA DEL CORSO
Corso base – 300 ore
Al termine del biennio formativo verrà rilasciato l’Attestato di partecipazione a tutti coloro che non abbiano superato il 20% di assenze.

Counseling skills – 500 ore
Dopo il corso base sono previste ulteriori 150 ore, tesi conclusiva ed esame finale per il conseguimento del Diploma in “Gestalt Counselor – Agevolatore nella relazione di aiuto”. Il diploma consente l’impiego delle abilità di counseling nei settori socio-educativo, sanitario, dell’istruzione e in tutti i contesti lavorativi che prevedono un contatto quotidiano con i bisogni dell’utenza. L’uso del counseling in questi ambiti è finalizzato a migliorare la comunicazione interpersonale, prevenire situazioni eccessive di stress, gestire positivamente i conflitti, promuovere un buon clima organizzativo.

Counselor professionista (I livello) – 900 ore
Chi volesse intraprendere la libera professione come counselor privato può farlo dopo aver conseguito il titolo di counselor professionista, aggiungendo alle counseling skills un percorso di crescita personale, un iter di supervisione professionale e delle attività di tirocinio/pratica con i clienti. L’ASPIC di Ancona si impegna a valutare le singole situazioni e a valorizzare le esperienze già fatte dal counselor in formazione (purché compatibili con il modello pluralistico-integrato della Scuola). La Direzione si rende disponibile a suggerire alla persona tutte le integrazioni necessarie per completare il monte ore.
Essere un counselor professionista è il requisito minimo per iscriversi ai registri creati dalle Associazioni Nazionali di Categoria. Far parte di un’Associazione nazionale è decisivo e consente di tutelare al meglio se stessi e gli utenti.

ARTICOLAZIONE DELLE ATTIVITÀ
Il corso di 500 ore, che include numerosi momenti esperienziali di lavoro su se stessi, comprende:
Week end didattici:
lezioni teorico-pratiche sviluppate con la cadenza di un weekend al mese;

Workshop:
maratona esperienziale al I e II anno;
Training integrativi:
esperienziali intensivi e monotematici di 15 ore ciascuno (due obbligatori);
Moduli estivi:
due workshop teorico-pratici di 50 ore da svolgersi presso la sede A.S.P.I.C. di Roma (con esami finali).

Il passaggio alla qualifica di counselor professionista (I livello – 900 ore) implica:
Autoformazione
Evoluzione e crescita personale
Pratica con utenti e tirocini
Supervisione professionale con supervisori certificati
Percorsi di approfondimento.

METODOLOGIA FORMATIVA
La metodologia didattica ASPIC, coniugando momenti teorici, pratici ed esperienziali, costituisce uno dei punti di eccellenza del corso. Stimolando la dimensione creativa del gruppo di lavoro, la formazione riesce a far circolare energie positive che migliorano l’apprendimento dei contenuti, generando un circolo virtuoso tra prassi e teoria. Questo permette ai partecipanti, durante ogni lezione, di apprendere le nozioni previste dall’insegnamento lasciandosi coinvolgere in prima persona all’interno di uno spazio relazionale protetto e accogliente. L’interazione libera e continua con i docenti della Scuola, e la possibilità di assimilare gradualmente le esperienze proposte in aula, fanno parte di una formazione umana e professionale che sfocia in un vero e proprio cammino di crescita personale. La centralità del Gruppo, inoltre, consente di prendere consapevolezza delle proprie modalità abituali di relazione, smussando gli aspetti meno funzionali della comunicazione e sviluppando, al contempo, risorse e talenti ancora inespressi. Il potere del Gruppo è quello di accogliere, di contenere e di permettere a ognuno di essere se stesso uscendo dal ruolo, rassicurante ma presto limitante, che ha assunto per adattarsi al suo contesto originario di appartenenza.

L’ASPIC di Ancona ha perfezionato, nell’arco di quasi vent’anni, una serie di metodologie formative che include: spazi e tempi riservati alle domande di approfondimento, momenti di videomodeling e videodidattica, lavori creativi a coppie e a piccoli gruppi, attivazioni psicocorporee, esercitazioni sulle abilità di counseling secondo i ruoli del C.U.S. (counselor-utente-supervisore), pratica supervisionata e laboratori per l’apprendimento delle tecniche di intervento.

SEDE
Presso le sede dell’Associazione ASPIC Scuola Superiore Europea di Counseling Sede di Ancona, in Via D’Ancona 73/a – San Biagio di Osimo (AN).

MODALITA’ DI ISCRIZIONE
:
Il numero dei partecipanti è limitato e programmato in ordine di iscrizione. 
Requisito minimo di accesso è il possesso del diploma di scuola superiore. 
L’Associazione si riserva di valutare l’attinenza del titolo di studio al percorso formativo previsto e la motivazione individuale alla frequenza dello stesso (mediante colloquio in sede). La domanda di ammissione prevede il versamento della quota associativa 
annuale di € 70,00.

I candidati possono iscriversi:
– presso la sede ASPIC in VIA D’ANCONA 73/A, SAN BIAGIO DI OSIMO (AN) dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 14.00, previa comunicazione telefonica (tel. 071 7108609);
– inviando una e-mail, completa di nome, cognome e recapito telefonico, all’indirizzo info@aspicmarche.it.

PER INFORMAZIONI:
Numero di telefono: 071 7108609.
email: info@aspicmarche.it; centrosviluppo@aspicmarche.it .

X