Il counselor

Chi è il Counselor

Il Counselor è un professionista che opera nel campo dell’orientamento esistenziale e della promozione del benessere. Possiede competenze specifiche per la gestione del colloquio con persone, coppie, famiglie; competenze nella conduzione di gruppi e nell’intervento organizzativo.
Possiede inoltre conoscenze di cultura sociologica, psicologica, antropologica e della comunicazione. I suoi interventi sono centrari sulla facilitazione e il sostegno. Il Counselor non svolge attività terapeutica e psicodiagnostica. Il suo campo di azione è quello della crescita personale e della valorizzazione delle risorse.

La formazione

Counseling skills – 500 ore
Al termine del triennio formativo, dopo la tesi conclusiva e un esame finale, è previsto il conseguimento del Diploma in “Gestalt Counselor – Agevolatore nella relazione di aiuto”. Il diploma consente l’impiego delle abilità di counseling nei settori socio-educativo, sanitario, dell’istruzione e in tutti i contesti lavorativi che prevedono un contatto quotidiano con i bisogni dell’utenza. L’uso del counseling in questi ambiti è finalizzato a migliorare la comunicazione interpersonale, prevenire situazioni eccessive di stress, gestire positivamente i conflitti, promuovere un buon clima organizzativo.

Counselor professionista (I livello) – 900 ore
Chi volesse intraprendere la libera professione come Counselor privato può farlo dopo aver conseguito il titolo di Counselor professionista, aggiungendo alle counseling skills un percorso di crescita personale, un iter di supervisione professionale e delle attività di tirocinio/pratica con i clienti.
Essere un counselor professionista è il requisito minimo per iscriversi ai registri creati dalle Associazioni Nazionali di Categoria. Far parte di un’Associazione nazionale è decisivo e consente di tutelare al meglio se stessi e gli utenti.

Gli sbocchi professionali

Il Counselor può operare in diversi contesti:

  • Area dell’intervento rivolto a singole persone: si focalizza sulle risorse, favorisce l’individuazione di nuovi punti di vista, facilita processi decisionali e accompagna nelle scelte autonome, evolutive e volte al benessere.
  • Area dell’intervento nell’ambito familiare: sostiene le famiglie nelle possibili difficoltà; sostiene i passaggi legati al ciclo di vita familiare; favorisce l’individuazione delle risorse, l’accordo e le soluzioni nell’ambito educativo.
  • Area dell’intervento nelle organizzazioni e nelle aziende: utilizza griglie di lettura dei contesti e metodi di intervento per lo sviluppo, facilita momenti di passaggio e riorganizzazione, esercita il problem solving, mette a fuoco le esigenze di ciascuno e di tutti e facilita la presa di decisioni che soddisfino le esigenze dell’organizzazione. Fornisce all’interno delle organizzazioni servizi di counseling alle persone e ai gruppi.
  • Area dell’intervento nell’ambito sociale e sanitario: offre la possibilità di accompagnare i singoli e le famiglie nei passaggi del percorso sanitario o sociale. Favorisce scambi comunicativi tra il personale, gli utenti e i loro familiari. Aiuta le persone ad affrontare il cambiamento.
  • Area dell’intervento nell’ambito scolastico ed educativo: nell’ambito educativo e scolastico sostiene le competenze comunicative e relazionali di ragazzi, insegnanti, educatori e genitori, con attività individuali e di gruppo.

Le modalità operative del Counselor

Il Counselor opera sulla base di un contratto con un obiettivo preciso e verificabile in periodi e modalità di intervento definiti, prevede nella sua attività il monitoraggio, la valutazione e la verifica delle sue attività.
Si aggiorna costantemente e utilizza regolarmente momenti di supervisione professionale. Svolge attività di ricerca.

X