La nostra Mission

I NOSTRI VALORI
L’ASPIC Scuola Superiore Europea di Counseling Sede di Ancona muove da una serie di valori fondamentali, che forniscono orientamento e senso all’operato dell’Associazione. Questi valori basilari sono:
• L’accettazione incondizionata nell’accogliere la persona così com’è, rispettando le singole peculiarità e differenze.
• La solidarietà e il senso di appartenenza alla famiglia, al gruppo e alla comunità (con diritti e doveri implicati nella partecipazione alla vita associata).
• L’educazione come cammino di crescita che conduce il soggetto alla maturazione della personalità e alla conquista di un’autonomia sufficiente rispetto alle tendenze predominanti del proprio tempo.
• La consapevolezza come processo di armonizzazione continua tra emozioni, pensieri e sensazioni all’interno dei diversi contesti di vita.
• La coerenza tra idee ed azioni, tra valori e pratiche di vita.
• Il perdono, la gratitudine e l’amore incondizionato come prerequisiti per l’evoluzione continua della persona nell’ottica di una formazione umana permanente.

LA MISSION
La nostra missione è quella di promuovere il counseling e altri percorsi formativi capaci di arricchire le conoscenze sulla natura della personalità umana e sulle dinamiche relazionali che si instaurano nell’incontro con l’altro. Il compito che ci riconosciamo, tuttavia, non si riduce all’acquisizione di nozioni e contenuti, ma punta ad una vera e propria alfabetizzazione emotiva che consenta al soggetto di approfondire il contatto con se stesso e con i propri vissuti, aumentando l’autocomprensione. Abbiamo come ulteriore obiettivo quello di far sperimentare all’individuo il potere curativo del Gruppo, favorendo l’emergere del suo Sé autentico, rassicurando vecchie paure e creando le condizioni per sperimentare un amore incondizionato. L’accoglienza e la protezione del Gruppo consentono di essere se stessi accettando anche le fragilità e le debolezze più nascoste. Questa consapevolezza crescente che viene promossa nei nostri percorsi, favorisce un’interazione creativa con l’ambiente per la soddisfazione dei propri bisogni. Tale processo va di pari passo con il recupero di una maggiore autenticità nelle relazioni umane attraverso la consapevolezza e l’espressione dell’emotività della persona. L’ASPIC di Ancona intende, infine, fornire gli strumenti relazionali e comunicativi più utili per gestire con efficacia le dinamiche lavorative, con particolare attenzione alle professioni che prevedono un rapporto continuo e diretto con il pubblico, riducendo i livelli di stress e nervosismo mediante la valorizzazione delle risorse interne e ambientali.

LA VISIONE CHE CI GUIDA
L’ASPIC di Ancona persegue un’idea di sviluppo umano inserita in una coerente visione della vita e dei rapporti interpersonali. Utilizzando la matrice ecologica e sistemica, l’essere umano viene da noi inteso come espressione unica e irripetibile di una Realtà costituita da infinite connessioni e da profonde interdipendenze tra tutte le sue componenti. Nel promuovere il protagonismo sociale degli individui e dei gruppi fornendo mezzi adeguati per prendere decisioni sul proprio futuro in modo responsabile, l’ASPIC di Ancona vuole partecipare alla definizione e all’adozione di stili di vita sostenibili, capaci quindi di dar forma alle potenzialità della persona all’interno di un ambiente di riferimento che è, per sua natura, dotato di precisi limiti bio-fisici. Tutto ciò si traduce – nella vita familiare, sociale e professionale – in una ricerca coraggiosa di armonia che riduca gli effetti distruttivi dell’egocentrismo e delle competizione di tutti contro tutti, in nome di una convivenza pacifica fondata sulla cooperazione e sulla gioia di vivere. L’operare dell’ASPIC di Ancona è interamente rivolto a mettere la persona al centro della propria esistenza e delle relazioni umane che la nutrono quotidianamente, liberandola dalla prigione delle emozioni negative grazie al potere insito nel sentimento dell’Amore. Attraverso la formazione integrata che l’Associazione propone si mira a favorire negli individui una presa di consapevolezza centrata sul chiaro discernimento tra ciò che è intimamente proprio e ciò che, invece, è stato ereditato dall’ambiente di appartenenza senza essere stato sottoposto al vaglio dello spirito critico.

X